METAMORFOSI

Un giorno,

bagnata dalla Rugiada del mattino, da Crisalide si ritrovò Farfalla e volò…Volò di fiore in fiore.

Ne conobbe la meraviglia dei colori, la magia delle forme e inebriata dai loro profumi, scoprì la gioia e seppe cos’è la Vita, quella vera.

La notte del terzo giorno, contemplando la pienezza della Luna, sentì una leggera nostalgia. Un richiamo sottile le diceva che ancora mancava qualcosa, non tutto era compiuto.

Lasciò che il suo petto si aprisse alla Luce Lunare e Nuova Rugiada inondò il suo corpo. Una rugiada che portava con sé il Canto dell’Universo. E ad Esso si abbandonò in un Sonno Profondo.

Fu così che una nuova Metamorfosi avvenne e il mattino del quarto giorno si risvegliò Cigno. Portando in sé l’intensità del profumo e la ricchezza del colore dei fiori volò dalla terra al cielo e dal cielo alla terra, lasciandosi trasportare dal Canto dell’Infinito.

E quando si posò sulle Acque Placide, una voce dal profondo le disse:

“Adesso sì che Tutto è Compiuto e non c’è più mancanza”.

                          Gabri                                               

METAMORFOSI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright Armoniainarte by Gabri 2019©